NEWS
FILTRA
Novità
Comunicazioni
Redazionali
filtra  

Osservatorio Motion Control

Eureka / Marzo 2022

Sempre in movimento
Le novità che negli ultimi anni hanno caratterizzato l’evoluzione del Motion Control sono senza dubbio tra le più interessanti nel panorama dell’automazione industriale. Il settore, tra l’altro, ha tratto sinergia dalle crescenti performance delle reti di comunicazione industriale e dai nuovi scenari offerti dall’IIoT, permettendo così alle architetture di svincolarsi dal classico approccio “PLC centrico”, centralizzato, legato fisicamente alle tradizionali catene cinematiche. Quali sono le prossime sfide da fronteggiare per assicurare una concreta ottimizzazione della produzione?

Con quali soluzioni? Lo abbiamo chiesto ad alcuni esperti.

“La richiesta principale dei nostri clienti è acquisire impianti flessibili, riutilizzabili, multiprodotto, con cambi lavorazione automatici e lead time ridotti. Inoltre devono essere garantiti controlli di qualità in linea, strumenti di manutenzione predittiva, assistenza remota ed interfacce utente evolute. Le soluzioni messe in campo per fronteggiare queste richieste sono l'utilizzo di IPC (Industrial Personal Computer) e l'utilizzo massiccio di input/ouput e motion control decentralizzato.

La decentralizzazione comporta una drastica riduzione degli spazi necessari all'interno del quadro elettrico e una netta semplificazione del cablaggio a bordo macchina, riducendo i tempi di progettazione e di montaggio dell'impianto. L'utilizzo di IPC al posto dei classici PLC permette di avere a disposizione una potenza di calcolo ordini di grandezza superiore a quella di un tradizionale microprocessore di PLC.

Su un unico controller, multi core, è quindi possibile far convivere tutti i servizi macchina quali il motion control, l'HMI, gli algoritmi di visione e quelli di manutenzione predittiva, sviluppati in un ambiente software omogeneo ed ottimizzato. L'IPC, inoltre, garantisce flessibilità nell'interfacciare il mondo real time a bordo macchina con i sistemi informativi di stabilimento quali MES ed altri applicativi utilizzati dalla produzione. Interfacce utente web based, permettono infine di rendere accessibili con facilità i pannelli operatore da postazioni remote o dispositivi mobili per telecontrollo e telegestione”

Andrea Pozzi, Chief Technology Officer di Tecnomotion azienda del Gruppo Mondial