NEWS
FILTRA
Novità
Fiere
Comunicazioni
Eventi
Redazionali
Un interlocutore unico per la meccatronica
ETP – Come l’industria delle macchine utensili beneficia dei collegamenti idraulici
Guadagnare terreno nel settore delle macchine agricole grazie ai giunti elastici
Mondial, il presente e il futuro della meccatronica
Giunto a elastomero polivalente
Sistema lineare DTS+: precisione con carichi elevati
Partner di qualità
Partner strategici
Automazione spinta nella produzione del pane
Riduttori, pignoni e cremagliere
Trasmettere la coppia in modo sincrono: MINEX-H
Obiettivo flessibilità
Alta capacità di carico assiale
Catene ad hoc per la trasmissione di potenza
Massima resistenza nelle condizioni più gravose
Catene per la trasmissione di potenza
Collegamenti idraulici
Precisione con carichi elevati anche per i test Covid-19
Giunto magnetico per coppie di sovraccarico da 1,2 a 6 Nm
Giunto magnetico utilizzabile anche come freno
Potenza e compattezza
Giunto magnetico utilizzabile anche come freno
Nuovo giunto con protezione da sovraccarico
Nuova offerta nella trasmissione di potenza
Piccole dimensioni, grandi prestazioni
Velocità a prova di fiala di vetro
Riduttori al passo con i tempi
Motion control: obiettivo flessibilità
Un partner per la meccatronica
Movimentazione lineare e meccatronica
Soluzioni vincenti per la trasmissione di potenza
Un nuovo design dei pacchi lamellari per giunti
Tracciamento dinamico per imballaggi
Idee in movimento
Radex NC HT
L'importanza delle catene di trasmissione per il sollevamento
Molle di precisione per il settore industriale
Sistemi di guida per movimentazione di precisione
Unitec, società del Gruppo Mondial, propone cuscinetti curati nel dettaglio e superprecisi
Allineamento ultra-preciso di un robot per saldatura
Componenti per spianature a regola d'arte
Dallo speciale nascono i controrulli per spianatura
Mondial sostiene i clown-dottori di Patch Adams!
Controrulli per spianatura UNITEC
HepcoMotion gioca un ruolo in un’ importante applicazione per il taglio e la lavorazione dell’ardesia.
Unità di trasporto e posizionamento lineare MLM7N
Per spostamenti Nanometrici
Lavorare l'ardesia in ambiente difficile
Robot per saldatura con i sistemi di guida HepcoMotion, distribuito in Italia dal Gruppo Mondial
Anche per il taglio del legno la qualità inizia dai componenti
Guide lineari: funzionamento senza lubrificazione
Ideali per la lavorazione della lamiera
Per accelerare la competitività
Analisi FEM avanzata di ETP, marchio distribuito da Mondial
L'impresa è del cliente
Nuovo giunto a lamelle di KTR
Radex NC HT: Mondial distribuisce il giunto KTR
Meccanica e Meccatronica in sinergia
Nuovo sito per Mondial
Nuovo giunto a lamelle di KTR
Meccanica e meccatronica in sinergia
Meccanica e meccatronica in sinergia
Accuratezza e ripetibilità
Controrulli per tensospianatrici: migliore qualità della lamiera
RADEX NC HT: nuovo giunto a lamelle di KTR distribuito da Mondial
Controrulli specifici per lamiera
Sistemi per il taglio laser
Segatrici, la qualità inizia dalla componentistica
Due partner, un'unica sinergia
Guide lineari GV3
Mondial distribuisce il fiore all'occhiello dell'automazione lineare Hepco Motion
Controrulli: le soluzioni UNITEC a supporto della lavorazione della lamiera
Giunto a lamelle
Nuovo giunto a lamelle RIGIFLEX®-N
Nuovo giunto a lamelle per un più semplice assemblaggio / disassemblaggio
Controrulli per tensospianatrici per una migliore qualità della lamiera
Le soluzioni Unitec in mostra a Euroblech
Segmenti lamellari a esecuzione semplice e doppia
Assemblaggio 4.0
Tutte le forme della movimentazione lineare
Tecnologia d'avanguardia per l'assemblaggio modulare
Alla fiera SPS presentata la movimentazione lineare Mondial
Moduli lineari, giunti e riduttori in fiera SPS
Sempre in movimento
Tre casi applicativi di successo per la movimentazione lineare
Con in testa idee scorrevoli
Taglio laser, piccole dimensioni e grandi prestazioni grazie ai motori lineari
Molle di precisione per numerosi campi applicativi
Il cliente al centro
Coppie elevate e compattezza
Molle di precisione per il settore industriale
Riduttori, pignoni e cremagliere Apex Dynamics
Nuovo giunto a lamelle distribuito da Mondial
Unità direct drive di assoluto valore: motori lineari Kollmorgen in unità lineari prodotte da Mondial
Tre sfide, tre progetti, tre soluzioni ad hoc
Nuovo giunto a lamelle distribuito da Mondial
Nuovo giunto a lamelle a "gioco zero" e torsionalmente rigido
Dallo speciale nascono i controrulli per spianatura
Qualità e organizzazione a servizio del cliente
Un nuovo design per maggior potenza e compattezza
Dedicati alla lavorazione della lamiera
Macchinari più efficienti, migliori prestazioni
Nè più nè meno che il giusto componente
Molle di qualità
Il cuscinetto RTB ABS di Unitec
Cuscinetti speciali per macchine utensili
Componenti per macchine e sistemi
Un dettaglio importante per applicazioni di successo
Mondial distribuisce i segmenti lamellari Fey
Guadagnare terreno nel mondo delle macchine agricole
Risposte mirate per la macchina utensile
filtra  

Un interlocutore unico per la meccatronica

Organi di Trasmissine / Luglio 2021

LA RECENTE ACQUISIZIONE DELLE START-UP SMART FACTORY E TECNOMOTION AMPLIA LE COMPETENZE DEL GRUPPO MONDIAL, CHE ORA INCLUDONO ELETTRONICA E SOFTWARE, OLTRE AL CONSOLIDATO KNOW-HOW NEL CAMPO DELLA MECCANICA. DIVENTA COSÌ UN PARTNER PER LA MECCATRONICA, IN GRADO DI OFFRIRE AI CLIENTI UN SERVIZIO A 360 GRADI.

Mondial guarda avanti, cogliendo nuove opportunità grazie a due acquisizioni strategiche che le permettono di ampliare le sue competenze nell’ambito della meccatronica, sviluppando e offrendo soluzioni avanzate e chiavi in mano. Il Gruppo, importante realtà nel settore delle trasmissioni di potenza, ha recentemente acquisito le startup Smart Factory e TecnoMotion: insieme con Alessandro Bandelli, Assistente alla Direzione Generale, e Davide Torresan, Direttore Commerciale, scopriamo i dettagli di questa operazione e le prospettive che aprirà nel prossimo futuro.

Perché avete deciso di acquisire due start-up e che vantaggi porteranno ai vostri clienti? Abbiamo scelto di acquisire Smart Factory e TecnoMotion perché in queste due start-up sono presenti competenze che integrano il nostro know-how, rendendoci una realtà unica nel settore. Grazie a questa doppia acquisizione, il Gruppo Mondial è ora in grado di estendere il suo raggio d’azione in campi in cui prima non operava: l’elettronica e il software. Il grande vantaggio per i nostri clienti è che adesso possono trovare in noi un interlocutore unico, capace di gestire contemporaneamente meccanica, elettronica e scrittura del software, evitando di dover ricorrere a più fornitori. Si tratta di un plus non da poco, che semplifica la vita ai nostri clienti, e che attualmente non ha un corrispettivo sul mercato. Nell’ambito della meccanica eravamo già partner dei nostri clienti con soluzioni ad alto contenuto tecnologico. Oggi completiamo la nostra proposta, esprimendo lo stesso livello di competenza anche per quanto riguarda la parte elettronica e del software.

Come avete scelto le due start-up? Con Smart Factory eravamo già in contatto poiché la società era nostra cliente. Questa relazione iniziale si è poi rafforzata nel tempo fino ad arrivare all’acquisizione. Smart Factory e Mondial, infatti, sono due realtà complementari, necessarie l’una all’altra per poter sviluppare determinate tipologie di applicazioni. TecnoMotion, a sua volta, è legata alla compagine societaria di Smart Factory, ma si caratterizza per un diverso livello di fornitura. Smart Factory è specializzata nell’ingegneria elettronica e informatica e presenta un’offerta molto completa che può arrivare alla fornitura di macchine finite, mentre il core business di TecnoMotion è focalizzato su programmazioni PLC e Motion Control e la fornitura di sistemi integrati ingegnerizzati. Anche se si tratta di due società distinte e con due identità diverse, sono però collegate fra loro: per questo le abbiamo acquisite entrambe.

L’acquisizione di Smart Factory e TecnoMotion vi consentirà di proporvi in nuovi mercati? Sì. Mondial si è sempre concentrata sul canale OEM. Ora le due acquisizioni ci permettono di approcciare anche il mercato degli end user, ovvero gli utilizzatori dei macchinari.

In che modo la Mondial di “ieri” è diversa da quella di “oggi”? Fino ad ora Mondial veniva riconosciuta e apprezzata sul mercato come un distributore di componenti meccanici, partner di gruppi italiani ed esteri che operano principalmente nella produzione di macchinari. Inoltre, all’interno del nostro Gruppo sono presenti aziende che producono componenti che poi commercializziamo. Quindi Mondial ha sempre avuto una forte identità come distributore, ma si è anche distinta per il suo approccio molto tecnico, da produttore, per via dei prodotti fabbricati da alcune aziende del Gruppo. Questa, in sintesi, era la Mondial di ieri. Oggi a tutto questo si aggiunge un ampliamento delle competenze nel campo dell’elettronica e del software che ci mette nelle condizioni di differenziarci dai nostri competitor. Avere acquisito il controllo di Smart Factory e TecnoMotion ci consente di definirne le strategie aziendali in una logica integrata. L’acquisizione di queste due start-up, che segna il passaggio al Gruppo Mondial di oggi, è una scelta che va in una precisa direzione: non abbiamo voluto acquisire altri distributori per diventare un distributore più grande, ma abbiamo voluto crescere in termini di ampliamento delle competenze con l’obiettivo di diventare un player unico nel suo genere in grado di offrire un servizio più completo ai clienti. Stiamo attuando una politica di verticalizzazione delle competenze, seguendo un trend globale che vede crescere sempre di più l’importanza dell’elettrificazione in diversi settori industriali.

Quali sono gli obiettivi che vi proponete di raggiungere nel prossimo futuro? Gli obiettivi sono legati allo sviluppo di Smart Factory e TecnoMotion, due società che hanno delle prospettive di crescita importanti perché riteniamo che il mercato andrà sempre di più nella direzione dell’elettrificazione: non solo nell’ambito della mobilità ma anche per quanto riguarda i macchinari industriali. In quest’ultimo settore, l’elettronica e le applicazioni elettromeccaniche stanno sostituendo progressivamente altre tecnologie: la richiesta di elettrificare le automazioni spingerà le aziende a cercare partner in grado di offrire questo tipo di soluzioni. Mondial potrà fornire proprio questo, andando a coprire tutte le competenze necessarie. In particolare, il know-how sul software consentirà di abilitare funzionalità innovative sui macchinari come la manutenzione predittiva. Questa permette di monitorare costantemente lo stato dei componenti di un impianto, sostituendo le parti usurate quando è davvero necessario, in modo da evitare rotture improvvise e conseguenti fermi macchina. Questo nuovo modus operandi ha anche un effetto positivo sull’ambiente in quanto non sarà più necessario sostituire tutti i componenti nel momento in cui viene effettuata la manutenzione ma solo quelli realmente usurati. Infine, lo sviluppo software risponde anche all’esigenza di poter riprogrammare rapidamente i macchinari poiché i cambiamenti richiesti dal mercato sono molto veloci e poter settare una macchina in tempi brevi è fondamentale.